VAN AVERMAET, COLPO DOPPIO ALLA TIRRENO ADRIATICO IL CORRIDORE BELGA CONQUISTA TAPPA E MAGLIA

 

Arezzo, 13 marzo 2015 – Il belga Greg Van Avermaet (BMC RACING TEAM) ha vinto la terza tappa della Tirreno Adriatico 2015, battendo al fotofinish Peter Sagan (TINKOFF SAXO) e Zdenek Stybar (ETIXX - QUICK-STEP). Il bonus ottenuto per la vittoria di tappa ha permesso al corridore di passare dal quarto posto alla vetta della classifica generale, indossando la Maglia Azzurra.

Il secondo posto ha permesso a Peter Sagan di insediarsi al comando della classifica a punti. Sempre secondo nella classifica generale il corridore slovacco mantiene anche la leadership nella classifica della Maglia Bianca.  

Danilo Wyss, compagno di squadra di Van Avermaet e ancora protagonista nella fuga di giornata, ha mantenuto la prima posizione nella classifica del Gran Premio della Montagna.

PODIO DELLA TAPPA


1 - Greg Van Avermaet (BMC RACING TEAM) in 4h58'17" media 40,833 km/h
2 - Peter Sagan (TINKOFF SAXO) st
3 - Zdenek Stybar (ETIXX - QUICK-STEP) st

 

Foto Credit ANSA

 

DICHIARAZIONI DALLA CONFERENZA STAMPA POST GARA
 

Greg Van Avermaet (BMC RACING TEAM)

Cronaca di una vittoria annunciata: “È un giorno speciale per me. Quando ho saputo che sarei venuto alla Tirreno Adriatico ho studiato il percorso e ho messo nel mirino due tappe, la 3 e la 4. Domani sarà un po’ più dura. Sapevo che il finale di oggi era molto adatto alle mie caratteristiche. Ho studiato l’arrivo dell’anno scorso quando [il mio compagno di squadra] Phil [Gilbert] è arrivato terzo. Sapevo che sarebbe potuta essere una buona giornata anche se c’erano dei corridori forti da battere. Ho sfiorato la vittoria varie volte quest’anno quindi sono molto felice di essere riuscito a portala in casa. La squadra ha lavorato molto bene perché con un arrivo così la posizione è tutto. Sono molto contento di essere riuscito a resistere a corridori come Sagan”.

Essere leader: “È importante per me perché sono il leader della squadra qui e puoi essere leader solo se vinci. Sono arrivato secondo o terzo varie volte di recente: l’anno scorso a Het Nieuwsblad e al Giro delle Fiandre, quest’anno in Qatar, Oman e Strade Bianche. Ho continuato comunque a crederci fino alla vittoria di oggi. Non ho alzato le mani perché se esulti e poi ti battono, perdere è anche peggio”. 

Battere Sagan, Pozzato, Cancellara: “Nella mia testa sapevo di poterli battere ma bisogna dimostrarlo. Fabian mi ha battuto varie volte negli sprint e Sagan è normalmente un po’ più rapido di me. Con un finale leggermente in salita, e dopo una gara dura, so di potermela giocare. È sempre bello vedere corridori di quel calibro alla tua ruota quando vinci”.

Milano Sanremo: “Il migliore scenario per me è semplice: vincerla! Se mi trovassi in un buon gruppo sul Poggio... Scollinare in pochi per poi battere in volata i corridori che ho messo dietro oggi sarebbe un bel modo di vincerla”.

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post in evidenza

MILANO - SANREMO, CRESCE L'ATTESA PER LA CLASSICISSIMA DI PRIMAVERA

March 21, 2015

1/8
Please reload

Post recenti
Please reload

Archivio
Please reload

Cerca per tag